fbpx

Yamaha Tenerè 700

L’abbiamo Provata per Voi!

Yamaha tenerè 700 prova

Finalmente dopo una lunghissima attesa abbiamo provato la Yamaha Tenerè 700.

Tutto questo grazie alla Concessionaria Yamaha Spinazze di Portogruaro che ha reso possibile questa prova su strada.

Finalmente grazie a Cristiano Spinazze, lo abbiamo fatto e adesso ve lo raccontiamo.

Premetto che mediamente percorro almeno 15.000 mila km l’anno con altra moto tra viaggi on road e manifestazioni off road tipo Alps Tourist Trophy o Transitalia Marathon, ma provare la nuova Yamaha Tenerè 700 mi incuriosiva moltissimo.

Docile ma allo stesso tempo di carattere

La bellezza della linea è fuori discussione, è bella sia nella versione che abbiamo provato, bianca e rossa che tutta nera (vista dentro la concessionaria).

Devo dire che la prova è stata entusiasmante, ho preso subito confidenza godendomi un bellissimo giro.

Ho provato il suo spunto, le manovre strette, la guida in piedi in piccoli tratti di offroad ed anche un bel giro con passeggero, insomma, l’ho voluta testare per bene.

Non fatevi ingannare, nelle prime manovre sembra un agnellino, ma provando a dar gas potrete assaporare una spinta quasi paragonabile a una moto di cilindrata superiore.

Insomma, a prescindere dalla vostra fede motoristica, se nelle vostre zone avete concessionarie Yamaha che danno la possibilità di fare dei test approfittatene, con Yamaha Tenerè hanno fatto proprio un buon lavoro.

Prima di vedere il video, diamo uno sguardo alle caratteristiche principali tratte dalla scheda tecnica ufficiale.

CARATTERISTICHE

Motore raffreddato a liquido, 4 tempi, 4 valvole, DOHC, 2 cilindri

Cilindrata 689 cm³ – Alesaggio x corsa 80 mm x 68,6 mm

Rapporto di compressione 11.5:1 Potenza massima 54 kW a 9.000 giri/min Versione depotenziata 35.0kW

Coppia massima 68 Nm a 6.500 giri/min – Lubrificazione Carter umido

Frizione in bagno d’olio, dischi multipli – Accensione TCI Avviamento Elettrico

Trasmissione Sempre in presa, 6 marce – Trasmissione finale Catena

Alimentazione Iniezione – Telaio Backbone in acciaio, Doppia Culla

Sospensione anteriore – Forcella telescopica a steli rovesciati

Sospensione posteriore – Forcellone oscillante, (leveraggi progressivi)

Escursione anteriore 210 mm – Escursione posteriore 200 mm

Freno anteriore Disco idraulico doppio, Ø 282 mm – Freno posteriore Disco idraulico singolo, Ø 245 mm – Pneumatico anteriore 90/90 – 21 M/C 54V M+S

Pneumatico posteriore 150/70 R18 M/C 70V M+S – Cerchi a raggi con pneumatici Pirelli – Lunghezza 2.370 mm – Larghezza 910 mm – Altezza 1.455 mm – Altezza sella 875 mm – Interasse 1.595 mm – Altezza minima da terra 240 mm

Peso yamaha tenerè : in ordine di marcia (compresi serbatoi olio e carburante pieni) 204 kg

Capacità serbatoio carburante 16 l

In definitiva sento di poter promuovere a pieni voti questa moto enduro Yamaha Tenere 700, una scelta perfetta per chi ama l’enduro ma è anche attento al portafogli.

Graditissimi, commenti e iscrizione al canale YT

I nostri canali social

Se ti è piaciuto condividi questo articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

leggi anche

Dakar 2021 the winner is …..

Honda con Kevin Benavides vince la 43° Dakar… piloti dimezzati all’arrivo, Zacchetti e Picco arrivano in fondo a metà classifica generale e metà classifica di categoria

Leggi Tutto »

Itinerari in moto Islanda

L’Islanda è sicuramente una delle mete più ambite come itinerario motociclistico: le sue bellezze naturali, l’urbanizzazione e la densità abitativa modeste, ne fanno una meta ideale per chi, come me (Marco Degan detto Briscolman), non ama la confusione delle grandi città e preferisce un viaggio all’insegna dell’avventura e delle bellezze paesaggistiche.

Leggi Tutto »

Dakar 2021 11° tappa – i primi 3 in 7 minuti

Fino alla tappa numero 7 nella Top 5 della categoria “Original by Motul” , in quarta posizione con soli 9 minuti di ritardo avevamo in nostro Maurizio Gerini, alla tappa odierna con un ritardi di un’ora dal primo ma di mezz’ora circa dal terzo gradino , abbiamo Cesare Zacchetti, scoperta non dal punto di vista del Pilota ma dal punto di vista umano.

Leggi Tutto »

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un Commento

    News!! è nato

    Il Gruppo FB

    Cosa aspetti!! iscriviti subito al gruppo di Motoreporter.it e potrai sempre rimanere aggiornato su tutte le attività e le novità. Basta un Clik o un Tap

    DIVENTA FRATELLO DI GARAGE
    E VIAGGI TRANQUILLO ! ! !